AVVISI E CIRCOLARI

Blog ICP

Attività

IL DIRITTO DI NON LEGGERE

 

IL DIRITTO DI NON LEGGERE
di Daniel Pennac - commento di Maria Ruggì

 

Il diritto di non leggere.


Ciascuno di noi deve sentirsi libero di poter leggere o di non farlo.

Chi sceglie di leggere dà valore al suo gesto perché sa di farlo in piena libertà preferendo questo momento ad altre attività.

images


1) Il diritto di saltare le pagine.


Capita tante volte. mentre si legge di imbattersi in pagine noiose con lunghe descrizioni.
Saltare le pagine è possibile. senza doverci sentire in colpa e assecondando il piacere di andare avanti nella storia così come vogliamo.

 

2) Il diritto di non finire il libro.


E' possibile durante la lettura diun libro scoprire che non ci piace per niente magari si stratta di un classico letto e amato da molti, ma a noi non piace.
Che cosa si può fare? Semplice. lo si lascia e se ne sceglie un altro.

3) Il diritto di rileggere.

Molti di noi hanno letto e riletto lo stesso libro. Perché? Se ti piace un autore, un personaggio, la storia diventa difficile staccarsi.
Rileggere ci permette di conservare un legame speciale con quel libro.

4) Il diritto di leggere qualsiasi cosa.

Ognuno di noi deve sentirsi libero di scegliere il genere che più gli piace senza temere di essere giudicato I gusti sono diversi.
Ciascuno ha il  suo e va rispettato.

5) Il diritto al bovarismo.

Quante emozioni sono racchiuse in una storia. Il lettore deve sentirsi libero di viaggiare, di entrare nella vita dei personaggi e di vivere le loro sensazioni:
riderà, piangerà, si spaventerà e fuggirà se solo lo vorrà.

 

6) Il diritto di leggere ovunque.

E' fantastico avere un libro sempre con sé, perché leggere in ogni posto rende ancora più liberi e felici i lettori. Ai piedi di un albero resta il posto più bello.

7) Il diritto di spizzicare.

Leggere una pagina, solo alcune frasi. l'ultima pagina...è stupendo perché inseguiamo le parole che
ci regalano emozioni o catturano il nostro interesse.

8) Il diritto di leggere ad alta voce.

Avete provato a leggere una frase o una pagina ad alta voce? E' magnifìcol Tutto diventa vero e i personaggi con le loro storie e le loro voci ci faranno compagnia.

9) Il diritto di tacere.

Difficile da spiegare. Quando siamo in compagnia di un libro siamo soli e silenziosi. Non siamo
costretti a parlare eppure mentre leggiamo costruiamo relazioni immaginarie che ci fanno sentire in
mezzo agli altri.

 

Registrazione Genitori

Iscriviti

Ti invitiamo ad inserire tutti i dati
Registrati nella classe a cui è iscritto tuo figlio/a

Privacy e Termini di Utilizzo



LA MENSA 🍽 DELLA MIA SCUOLA 💛

scuola-in-sicurezza


Area riservata


Area docenti e personale amministrativo

Orientamento